milano

Intervista a LUCA BIANCHI

Intervista a LUCA BIANCHI

E’ alla guida del consiglio di amministrazione di ATM da circa due anni. Può tracciare un primo bilancio?

Sono stati anni senz’altro positivi; e non solo per i risultati operativi ed economici, che, in verità, derivano anche da quanto fatto da chi ci ha preceduto. Credo che le aziende come ATM abbiano dinamiche inerziali simili a quelle di una “supertanker”: la barra va girata con cautela e se ne sentono gli effetti solo dopo molto tempo e molta navigazione. Molto importante dal mio punto di vista è stato il crescente e costruttivo confronto con l’Amministrazione Comunale, con le Istituzioni e con l’intero tessuto industriale e imprenditoriale che ruota intorno a Milano, che hanno confermato il ruolo di ATM come attore fondamentale del “Sistema Milano”, con un contributo rilevante alla crescita sociale ed economica del territorio. La forte sinergia con tutti gli stakeholders rende le azioni sia di politica e indirizzo che operative molto più efficaci ed incisive.

M6, ci sei?

M6, ci sei?

A livello di indicazione di massima per il lungo termine nel PUMS c’è la M6. Redatto a partire dal 2015 Il Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile (PUMS) di Milano è stato adottato l’8 giugno 2017 dal Consiglio Comunale, al termine di un iter lungo e complesso ma molto partecipato e condiviso.